vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Richieste di attivazione di Assegni di ricerca

ASSEGNO DI RICERCA

Gli assegni di ricerca sono contratti di collaborazione aventi ad oggetto lo svolgimento di specifica attività di ricerca. Il Dipartimento bandisce concorsi per l'erogazione di assegni di ricerca ai sensi del Regolamento per gli assegni di ricerca D.R. n. 416 del 19/04/2011 e s.m.i.

In questa pagina, si trovano le indicazioni e la modulistica necessaria per l’attivazione di un Assegno di ricerca.

Riferimenti: Chimena Palmieri

 

ITER PER L’ATTIVAZIONE DI UN ASSEGNO DI RICERCA

FASE 1) Il Tutor deve collegarsi alla pagina del portale Unibo (https://www.aricweb.unibo.it/AssegniRicerca_Richieste/index.aspx ) e compilare il form on-line. L’accesso al portale richiede le credenziali di Ateno. Questa prima fase, consente agli applicativi di Ateneo, di registrare la richiesta e di definire i dati che consentiranno, l’emissione del bando di selezione.

FASE 2) Il Tutor dovrà scaricare da questa pagina web il modello relativo alla richiesta di assegno (modello_richiesta_assegno) e presentarlo in Amministrazione. Gli Uffici effettueranno la verifica attinente alla copertura finanziaria e, qualora tutta la documentazione risulti corretta, ne darà comunicazione al tutor e sottoporrà alla Giunta la pratica per la relativa approvazione.

FASE 3) La richiesta di assegno sarà oggetto di approvazione da parte della Giunta.

FASE 4) Pubblicazione del Bando.  Il bando deve restare pubblicato per almeno 15 gg.

FASE 5) Procedura concorsuale.

Tutti i verbali, debitamente compilati, siglati e firmati dalla Commissione esaminatrice (con allegate le buste predisposte con le domande preparate per la prova orale e la documentazione presentata dai candidati), devono essere consegnati alla Segreteria, affinché possa procedere con la predisposizione del decreto di approvazione e agli adempimenti necessari per la stipula dell’assegno.

Il vincitore viene convocato dall’Amministrazione per la stipula dell’assegno.

Si specifica che, qualora il vincitore sia un cittadino extra UE, la stipula del contratto richiede ulteriori tempi istruttori, necessari per acquisire la documentazione utile per rispettare le prescrizioni di legge in materia di accoglienza di cittadini stranieri.

FASE 5) Stipula assegno.

 

DATI FINANZIARI

Il file MS Excel (scaricabile tra gli allegati) consente di calcolare l’importo complessivo a carico Ateneo, ossia l’importo che graverà sul fondo di ricerca. Il file è impostato tenendo conto degli aumenti percentuali Inps, previsti per l’anno 2018.  

A titolo meramente esemplificativo si forniscono i dati relativi All’importo minino / massimo che il contratto per assegno di ricerca può prevedere. TALI DATI SONO MERAMENTE INDICATIVI, IN QUANTO SI RIFERISCONO A CONTRATTI CHE TERMINANO ENTRO IL 31/12/2017.

Per definire l’importo del contratto che graverà anche su esercizi finanziari successivi al 2017, E’ NECESSARIO fare riferimento al file Excel allegato. Il prospetto di calcolo elabora i dati sulla base di percentuali che potrebbero essere oggetto di variazione.

ANNO 2017

                     Lordo 
                        percipiente

            Importo
              Netto

 Importo lordo complessivo
      carico Ateneo –    Importo che graverà sul fondo di ricerca

IMPORTO MINIMO:

 

 

 

Annuo

19.367,00

17.254,71

23.591,59

Mensile

1.613,92

1.437,89

1.965,99

IMPORTO MASSIMO:

 

 

 

Annuo

      26.174,00

23.319,29

31.883,42

Mensile

       2.181,17

1.943,30

2.656,92

 

TEMPISTICHE

1) La Giunta si riunisce ogni 3 settimane: il calendario degli incontri è comunicato a tutti i docenti del DICAM;

2) La documentazione necessaria per l’approvazione della pratica relativa all’attivazione dell’assegno, deve essere consegnata in Amministrazione entro le ore 12:00 del 3 gg lavorativo antecedente alla seduta di Giunta. La documentazione sarà sottoposta alla Giunta solo previa verifica della copertura finanziaria.  Prima di presentare la documentazione in Amministrazione, si consiglia di contattare gli uffici per info in merito alla copertura finanziaria e definire le tempistiche relative ai bandi e alla decorrenza dell’assegno. 

3) Gli assegni avranno decorrenza a partire dal 1 gg del mese utile. Al fine di consentire di istruire le pratiche necessarie per l’attivazione del contratto è quindi necessario che le selezioni si concludano almeno 7 gg prima del giorno di inizio del contratto di assegno e che la documentazione venga consegnata in amministrazione entro tale termine.

 

 

ITER RELATIVO A PROROGA / RINNOVO DI UN ASSEGNO DI RICERCA

PROROGA

La proroga dell’assegno è il prolungamento dell’originario contratto prima del suo termine naturale di scadenza alle medesime condizioni giuridiche ed economiche del contratto originario. La richiesta di proroga deve essere ANTECEDENTE alla scadenza del contratto. Tra contratto originario e proroga vi deve essere continuità.

RINNOVO

Il rinnovo dell’assegno è la stipula di un ulteriore contratto, successivamente alla scadenza del

precedente, per la prosecuzione del progetto di ricerca. Il rinnovo del contratto deve avvenire alle medesime condizioni (oggetto – durata - costo) del contratto originario.

 

ITER PROROGA/RINNOVO

FASE 1) Il Tutor deve collegarsi alla pagina del portale Unibo (https://www.aricweb.unibo.it/AssegniRicerca_Richieste/index.aspx ) e compilare il form on line. L’accesso al portale richiede le credenziali di Ateno. Questa prima fase, consente agli applicativi di Ateneo, di registrare la richiesta e di definire i dati che consentiranno, l’emissione del bando di selezione.

FASE 2) Il Tutor dovrà scaricare da questa pagina il modello relativo alla richiesta di rinnovo / proroga dell’assegno (modello_proroga_rinnovo_assegno) e presentarlo in Amministrazione. Gli Uffici effettueranno la verifica attinente alla copertura finanziaria e, qualora tutta la documentazione risulti corretta, ne darà comunicazione al tutor e sottoporrà alla Giunta la pratica per la relativa approvazione.

FASE 3) La richiesta di proroga/rinnovo assegno sarà oggetto di approvazione da parte della Giunta.

FASE 4) Stipula proroga/rinnovo assegno