vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

I vizi ed il contenzioso

I vizi ed i difetti delle costruzioni nella maggior parte dei casi vanno a sfociare in un contenzioso civile con importanti risvolti sociali ed economici. Il contenzioso penale invece e’ meno diffuso infatti i danneggiamenti e viziosità che comportano la rovina completa dei manufatti con rischio per la vita umana, risultano infrequenti.

Da un veloce esame dei procedimenti in essere presso il Tribunale di Bologna è emerso come circa il 70 – 80 % abbia proprio come oggetto l’ambito delle costruzioni. Lo studio dettagliato di come questi contenziosi vengono ad evolversi rappresenta una importantissima testimonianza per molteplici finalità quali:

  1. Lo sviluppo di una precisa conoscenza della tassonomia dei vizi e dei difetti delle costruzioni fondata su un repertorio di casi trattati tramite una metodologia moderna e scientificamente adeguata legata al mondo dell’edilizia in senso stretto.
  2. Creare uno strumento operativo concreto per il miglioramento dei processi decisionali, operativi ed economicinel settore delle costruzioni.
  3. Creare una conoscenza organizzata ed integrata del contenzioso in essere in materia di appalto e compravendita.
  4. Aumentare la consapevolezza degli attori che sono appaltatori, professionisti e committenti in relazione ai rischi espliciti ed impliciti che si possono verificare nell’attività edilizia.
  5. Creare un unico linguaggio capace di dialogare con gli stessi riferimenti giuridici e tecnici e costituendo una conoscenza di base attraverso l’analisi dei casi già svolti.
  6. Creare un riferimento metodologico per la redazione delle consulenze tecniche e quindi per l’istruzione del contenzioso.
  7. Definire in modo chiaro quale può essere il rischio dei vari attori in merito ad una lavorazione particola, la conseguenza economica di un contenzioso e le tempistiche della causa e del ripristino del difetto.
  8. Il miglioramento del processo strettamente legato al contenzioso in quanto tale, questo al fine di consentire una più agevole e ragionata gestione dello stesso.
    Cercando di creare una più completa consapevolezza e coscienza integrata di tecnica e giurisprudenza per gli operatori più legati al mondo della diritto. Questi possono essere sia attori che convenuti.
    Questo al fine di rendere più chiara, snella e precisa la gestione del contenzioso in ambito civile/edile.

Nella nostra epoca dominata dagli strumenti elettronici, il supporto informatico (che oggi manca) diventa uno strumento fondamentale allo sviluppo di tale tipo di conoscenza e quindi fondamentale complemento all’iniziativa. Questo può infatti meglio sviluppare la conoscenza dei vizi e difetti ora oggetto del contendere ma anche essere utilizzato per meglio snellire ed indirizzare lo sviluppo di contenziosi futuri.