vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Sicurezza occupazionale

Parole chiave: pericoli nell’ambiente di lavoro, sostanze pericolose, check-list, indicatori di prestazione, prestazioni in materia di sicurezza industriale.

Da molto tempo la tutela della sicurezza e salute dei lavoratori negli ambienti di lavoro è materia di notevole importanza e le leggi che la Comunità Europea ha emanato lo testimoniano. Recentemente sono stati introdotti sviluppi, anche nelle leggi di riferimento, quali la valutazione dei rischi e i sistemi di gestione della sicurezza i cui contenuti sono stati stabiliti estraendoli dai punti specifici di contesti simili. Lo scopo era ed è necessariamente garantire condizioni sicure di lavoro e fornire un ambiente di lavoro rispettoso della salute dei lavo-ratori. Allo stesso tempo gli sforzi compiuti dalla ricerca hanno promosso metodi innovativi in grado di valutare modelli organizzativi per industrie di qualsiasi dimensione. Uno di questi metodi è stato ottenuto utilizzando i risultati di una collaborazione tra componenti dell’accademia e dell’industria aventi differenti matrici culturali (economico-organizzativa, legale, medico-psicologica e in-gegneristica). Questo metodo tenta di ottenere un equilibrio tra due importanti specifiche: la valutazione dei sistemi e/o dell’organizzazione e gestione in tema di salute e sicurezza del luogo di lavoro e la abilità di misurare l’efficacia nell’essere reso esimente dalla responsabilità amministrativa (come inclusa nel Dlgs 231/2001 delle leggi italiane).

Il progetto di ricerca qui riassunto prende le mosse dalla importante considerazione che è necessaria una valutazione numerica in grado di quantificare le prestazioni di salute e sicurezza nel luogo di lavoro. Le misure di quantificazione introdotte consistono in differenti strumenti: check-list e indicatori. I valori dati alle check-list e agli indicatori permettono di quantificare sia i temi che gli elementi chiave e mettono le fondamenta per un punteggio completo: in altre parole ciò significa ottenere un indice globale di prestazione dell’industria esaminata (l’indice IPESHE). Una valutazione dettagliata dell’equazione che rappresenta l’indice richiede numerose scelte per cui è necessario testare su reali luoghi di lavoro le considerazioni, fisicamente fondate, ma teoriche, effettuate. Una procedura consolidata può quindi consentire interventi di miglioramento.

Principali pubblicazioni

Saracino A, Spadoni G., Curcuruto M., Guglielmi D., Bocci V., Cimarelli V., Dottori E., Violante F. (2012), A New Model for Evaluating Occupational Health and Safety Management Systems (OHSMS), CHEMICAL ENGINEERING TRANSACTIONS, VOL. 26, pp 519-524, ISBN 978-88-95608-17-4, ISSN 1974-9791.

Saracino A., Curcuruto M., Pacini V., Spadoni G., Guglielmi D., Saccani C., Bocci V., Cimarelli M. (2012), IPESHE: an Index for Quantifying the Performance for Safety and Health in a Workplace, CHEMICAL ENGINEERING TRANS-ACTIONS VOL. 26, 2012, p 489-494, ISBN 978-88-95608-17-4, ISSN 1974-9791.

Saracino A., Curcuruto M., Guglielmi D., Spadoni G. (2012), Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro: un nuovo sistema di valutazione quantita-tiva, Convegno Nazionale GRICU 2012: Ingegneria chimica dalla macroscala alla nanoscala. Montesilvano (PE), 16-19 Settembre 2012.

Saracino A., Bocci V., Cimarelli M., Curcuruto M., Dottori E., Guglielmi D., Spadoni G., Vella F., Violante F.(2012) M.I.M.O.SA. una metodologia per incrementare salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, Atti del VII Convegno sulla Valutazione e Gestione del Rischio negli Insediamenti Civili ed Industriali. VII Convegno Nazionale Valutazione e Gestione del Rischio negli Insediamenti Civili ed Industriali (VGR 2012). Pisa. 3-5 Ottobre.

MIMOSA: Metodo per implementare, misurare e organizzare la sicurezza in azienda (2012), Testo a cura della Fondazione Alma Mater dell’Università di Bologna, Società editrice Il Mulino. In stampa.

Progetti di ricerca correlati

Sicurezza nell’ambiente di lavoro, Convenzione di ricerca tra la Fondazione Alma Mater dell’Università di Bologna e il Dipartimento di Ingegneria chimica, mineraria e delle tecnologie ambientali (DICMA), responsabile scientifico del DICMA: Gigliola Spadoni, 2011